31 lug 2010

0

Di Sarno (SEL): “Inceneritore a Giugliano ennesimo disastro. Fabozzi si pronunci.”

“Per l'ennesima volta si antepone l'interesse di pochi a quelli della collettività.
L'inceneritore a Taverna del Re non serve a nessuno, siamo davanti all'ennesimo tentativo di regalare soldi pubblici ai clienti della politica e a chi lo costruirà. SEL propone la costituzione di un Comitato di vigilanza formato da istituzioni, partiti, Associazioni e tecnici onesti, non certo nominati dalla politica, quella che promette le bonifiche e poi dà il colpo finale al nostro territorio”.
Così Pietro di Sarno – coordinatore provinciale del partito di Nichi Vendola – in merito alla decisione di costruire un nuovo termovalorizzatore a Giugliano, finalizzato a smaltire i rifiuti di taverna del re.
“Chiediamo ai partiti ed alle associazioni Casertane di unirsi nella lotta contro l'ennesimo scempio ai confini della nostra provincia – continua l’esponente di SEL - In particolare, chiediamo al consigliere regionale Fabozzi di pronunciarsi senza tentennamenti su una questione che lo riguarda molto da vicino, visto che una parte di quella discarica ricade proprio sul territorio di Villa Literno. A Taverna del Re, come è ormai accertato, sono depositati rifiuti tal quale e non eco balle, questo è il vero punto; quindi l’incenerimento sarebbe disastroso, ovunque avvenisse, a Giugliano o ad Acerra.”
Il riferimento è all’ipotesi, da più parti ventilata, di differenziare i rifiuti di taverna del re e bruciarli ad Acerra. “l'inceneritore di Acerra, in quanto a dimensioni, è in grado di soddisfare l'intero fabbisogno campano senza alcuna difficoltà. Sarebbe quindi una soluzione anche per i rifiuti di taverna del re, fatta salva la mala fede di chi fa questa proposta. Sappiamo tutti, infatti, non solo che quei rifiuti sono ormai indifferenziabili, depositati lì da anni ed esposti agli agenti atmosferici, ma anche che esiste un decreto del precedente governo che autorizza a bruciare il “tal quale” ad Acerra. Una commedia all’italiana quindi, che, “a fari spenti”, consentirà di bruciare tutto così com’è”.
Le false eco-balle di taverna del re – conclude Di Sarno – sono proprietà e responsabilità della FIBE. La politica la smetta di essere subalterna e pensi invece ad incentivare la raccolta differenziata (ancora al palo) e politiche industriali capaci di ridurre a monte i rifiuti.”

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

24 lug 2010

0

...E se provassimo a poggiare sulle nostre forze?

Il fatto che l’amministratore delegato della SENESI sia stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare acuisce ancora di più il problema, ormai endemico, della gestione dei rifiuti ad Aversa. Pur non essendo concordi con la maggioranza dei rappresentanti del consiglio comunale sull’affidamento ad una ditta esterna, allorquando ci fu chiesto dagli esponenti dell’amministrazione, e risale a molto tempo fa, speravamo egualmente in una ditta non compromessa, che tra l’altro non ha cominciato ad operare, nonostante i costi della TARSU siano lievitati in maniera notevole, ed i cittadini questo lo sanno bene. In quella circostanza sostenemmo, per la gestione dei rifiuti, l’opportunità di un’azienda, gestita direttamente dal Comune, convinti tra l’altro che la solerzia di molti cittadini aveva dimostrato a più riprese quanto alto fosse il grado di consapevolezza nella città, considerando anche che l’unico punto di raccolta differenziata è stato realizzato dietro la spinta forte di cittadini e persone responsabili. Oggi sembra ancor più da riproporre quella nostra ipotesi di un’azienda dei rifiuti gestita direttamente dall’amministrazione e dal concorso dei cittadini, se solo si pensi che il servizio fino a questo momento offerto poggia soltanto su queste forze.


Domenico Rosato


Consigliere Comunale - Federazione della Sinistra

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post
0

Incendi notturni di rifiuti

Il WWF torna sull'argomento degli incendi dei rifiuti in aperta campagna, invocando un interessamento attivo delle Autorità preposte al controllo del territorio. Ora lo smaltimento si fa soprattutto nelle ore notturne per evitare di essere subito localizzati. Ma comunque non mancano anche roghi diurni.
La sera del 20 luglio 2010 alle ore 22,00 circa - dichiara Alessandro Gatto, presidente regionale del WWF - abbiamo notato, con non molta difficoltà, sebbene fosse buio, un denso fumo nero all'altezza dell'uscita "Villa Literno" della superstrada denominata "Nola Villa Literno".
Sono tanti, troppi anni che denunciamo questi avvenimenti che stanno seriamente compromettendo la salute di tantissimi nostri concittadini dell'agro aversano, del litorale domizio e dell'area a nord di Napoli.
Da questi roghi si sprigionano centinaia se non migliaia di sostanze pericolose e molte delle quali anche cancerogene.
Gli allarmi lanciati di recente sull'aumento dei tumori proprio in questa fetta di territorio delle province di Napoli e Caserta sono legati e collegati anche a questi metodi di smalitimento criminale dei rifiuti. Inoltre queste sostanze sono dannose e pericolose non solo se inalate direttamente ma anche se entrano nelle catene alimentari. Il caso delle diossine è emblematico ed inquietante ma non è l'unico. Stiamo parlando anche di idrocarburi incombusti, microparticolato e nanoparticolato, e tantissimi altri agenti cancerogeni, mutageni e teratogeni.
Il WWF torna a chiedere alle Autorità competenti un segno tangibile di avvio di lotta contro questi ecocriminali perchè il territorio ne ha davvero bisogno.

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

13 lug 2010

0

Continua la manifestazione ECO-SUMMER EVENTS 2010

L’ECO-SUMMER EVENTS 2010 continua con un’altra serata, il 15 luglio alle ore 21.30, al “New Age” da zio Frankie, con la proiezione del documentario “Biutiful cauntri”. La serata continuerà con la musica del DJ SET GRUVEZ e WEGA.
Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

12 lug 2010

0

Il coraggio di Don Abbondio si tinge di blu

di Luca De Rosa
Sabato scorso il Consiglio Comunale di Aversa ha approvato il bilancio di previsione 2010. Fa impressione sentire che un bilancio di previsione si approvi il settimo mese dell’anno oggetto della previsione stessa: sembra un evidente abuso logico e semantico della parola “previsione”, ma non è l’unico di questa amministrazione. i voti favorevoli sono stati 26 su i 31 possibili. Ai 26 voti non sono mancati quelli dei cosiddetti “dissidenti”, cioè dei 5 consiglieri di maggioranza di centrodestra che avevano fatto nelle settimane scorse dura battaglia sulla questione “strisce blu”, giungendo finanche a promuovere una raccolta di firme in città contro la propria amministrazione. Quei 3000 e oltre cittadini che hanno sottoscritto quella petizione devono sapere che il furore di quei 5 consiglieri si è miseramente arenato sugli scogli del bilancio. Poco conta che i proventi di quelle “strisce blu”, così vessatorie per i cittadini, siano parte essenziale del bilancio che essi hanno approvato sabato: i 5 consiglieri hanno alzato silenti il braccio senza aver portato a casa la seppur minima modifica migliorativa delle “strisce blu”.

Una presa in giro dei cittadini. Forse tutto l’ardore delle settimane scorse era solo un modo per poter usare la giusta indignazione dei cittadini nell’avere qualche posticino al sole nel prossimo rimpasto di giunta. A proposito, qualcuno porta il conto di quale rimpasto si tratti? A mia stima negli otto anni ciaramelliani dovrebbero essere transitati non meno di 43 assessori nelle sue giunte. Attendo smentite, temo in aumento.


Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

07 lug 2010

0

ECO-SUMMER EVENTS 2010 continua all'insegna dell'arte

Il 09/07/2010 al mare per amare l’ambiente che ci circonda, al lido DON PABLO di Ischitella dalle ore 21:00 con una serata dedicata alla musica ed alla pittura, con “Il cielo di Bagdad” , i “A New Damage” e l’Action painting genuine.
Il 10/07/2010, sempre all’insegna dell’arte, con la rappresentazione teatrale “Cercasi chiave disparatamente” della compagnia de “I Malincomici”.
La rappresentazione si terrà nell’anfiteatro della scuola media “M. Basile” di Parete alle ore 21:00.

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

03 lug 2010

0

Nicola Golia eletto coordinatore cittadino di Sinistra ecologia libertà

Nel corso dell’assemblea cittadina, tenutasi mercoledì 30 giugno u.s., è stato eletto all’unanimità coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà, il dottor Nicola Golia.
Iscritto al PSI dal 1983, dopo lo scioglimento di tale partito ha aderito ai DS nelle cui liste è stato anche candidato alle penultime elezioni comunali di Aversa.
Non condividendo, però, il progetto del Partito Democratico rientrava nel partito di origine (SDI – Costituente Socialista - PS), per poi confluire con la relativa sezione aversana, in occasione delle ultime elezioni europee, in Sinistra Ecologia e Liberta’, condividendone in pieno il progetto.
Nicola Golia, aversano, sposato con figli, è medico specialista in Malattie Infettive ed in Biologia Clinica. In quiescenza dal 2007, ha prestato servizio in diversi ospedali della Campania (Avellino, “Loreto Mare” di Napoli, Azienda ospedaliera di Caserta ed Ospedale “S. Rocco” di Sessa Aurunca) dove ha svolto anche le funzioni di Primario.

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post
0

Mafia e silenzi: Iniziativa nazionale di Sinistra ecologia libertà a Caserta

Si è svolta il 1 luglio a Caserta presso l'Hotel Europa l'iniziativa nazionale dal titolo "Mafia e silenzi" alla quale hanno partecipato Pietro Di Sarno (coordinatore provinciale di Sel), Gennaro Oliviero (consigliere regionale PSE-SEL), Raffaele Cantone (magistrato), Isaia Sales (docente universitario) e Claudio Fava (coordinatore nazionale Sel). E' stato messo l'accento sul grande problema della criminalità organizzata che investe tutto il nostro territorio. Tutti gli interventi hanno sottolineato l'impegno del Governo nazionale, attraverso l'opera delle forze dell'ordine e la magistratura, che con i diversi arresti eccellenti continunano ad assestare duri colpi alla camorra, ma è stato fermamente ribadito che ciò non basta. Occorre una seria politica di investimenti nel settore delle politiche del lavoro e delle politiche sociali strettamente legate al tema della legalità. Sono intervenuti anche l'amministratore delegato di Agrorinasce (agenzia per l'innovazione, lo sviluppo e la sicurezza del territorio), il Presidente dell'associazione "Don Peppe Diana" ed una esponente del Popolo viola di Caserta che insieme con una trentina di ragazzi manifestava contro la legge bavaglio.

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post

01 lug 2010

0

Traffico: Sfalsare gli orari di apertura delle scuole? Si, ma non basta!

Sfalsare gli orari di apertura delle scuole per far fronte all’emergenza traffico di Aversa? E’ una buona idea, tanto per iniziare, ma è ovvio che da sola non può bastare.
La proposta dell’assessore Gino Della Valle (applicata da decenni nel resto dell’Italia “civile” addirittura attraverso l’istituzione di appositi “Assessorati ai Tempi della Città”) ci vede concordi a patto che non si tratti di una iniziativa isolata e fine a sé stessa, bensì del primo tassello di una più organica, seria, scientifica ed eco-compatibile pianificazione del problema “mobilità urbana” (come da noi più volte e già da tempo indicato in dettaglio) e del decentramento-delocalizzazione dei principali servizi pubblici.
Va bene, dunque, sfalsare gli orari di apertura, ma sappiamo tutti che il vero problema di Aversa è l’accentramento sulla sua limitata superficie urbana di oltre il novanta per cento degli istituti superiori dell'intero Agro aversano.
E ciò, sommato alle scuole medie, elementari e agli asili, oltre ad alcuni uffici come l'Agenzia delle Entrate, l'Inps, la Posta, l’Equitalia, le filiali di banche, Carabinieri (concentrati particolarmente nella ormai super-congestionata zona di Aversa Sud), è la reale causa efficiente del traffico in tilt negli orari di punta.
Chi è stato chiamato a governare e non solo amministrare-gestire la città di Aversa dovrebbe comprendere la necessità di cedere quote di sovranità amministrativa in termini di servizi ai paesi viciniori, ad esempio spostando nell’Agro almeno alcuni istituti superiori.
Ciò comporterebbe, da un lato, un guadagno certo in termini di vivibilità per Aversa e, dall'altro, un passo in avanti verso il necessario processo di crescita culturale e sociale dell’intera conurbazione aversana ormai ridotta ad un degradato dormitorio della periferia napoletano-casertana.
Conferire ad un comune limitrofo di Aversa la sede centrale di un istituto superiore (e non la succursale, a mo’ di “riserva indiana”) significa creare nuovi spazi di socialità anche extra scolastica e addirittura nuovi punti di aggregazione nel tempo libero per i giovani del resto dell’Agro che sono costretti a concentrarsi tutti ad Aversa.
Certo, occorre apertura mentale, coraggio e volontà per decentrare, ma non dimentichiamo che l'organizzazione e la dislocazione degli istituti superiori è di competenza della Provincia, in particolare di un esponente aversano del PdL, l’assessore e architetto Nicola Golia.
Un particolare, questo, da non trascurare!

In ogni caso pur nella distanza politica siderale che ci separa da questa Amministrazione di centrodestra, noi di SEL incoraggeremo la civilissima e razionale proposta di sfalsamento degli orari di apertura delle scuole (e magari anche degli uffici pubblici) che, se non altro, apre la strada ad una più seria e globale riflessione sulla programmazione del territorio per una migliore qualità della vita cittadina.

 
Francesco Chioccola
resp. Ambiente SEL Aversa
Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post
0

Continua l'iniziativa ECO-SUMMER Events 2010

Dopo la prima serata nell’area della ‘167’, continua la serie di eventi del progetto dedicato all’ambiente, al biologico ed alle energie rinnovabili a Parete.
Il 2 luglio l’ECO-SUMMER EVENTS propone la seconda serata all’insegna della musica popolare con i SU A SUD, presso la CAFFETTERIA CENTRALE, in via Roma, il 2 luglio alle ore 21:00.

Clicca qui per leggere il resto dell'articolo
Stampa il post
Questo blog è un aggregatore di notizie e non rappresenta unatestata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.ro 62 del 7/03/2001. Le notizie e le immagini inserite nel blog sono tratte anche da Internet; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimosse. A chiunque è concesso lasciare commenti ai post, anche quelli in forma anonima. Il gestore del blog non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di "terzi".